Vai al contenuto

La storica rivista di fumetti Fantask riprende le pubblicazioni

Fantask, storica rivista francese di fumetti, pubblicata tra il 1969 e il 2001, fa il suo ritorno in libreria venti anni dopo la chiusura.

Il primo numero della rivista, ora nel formato «libro» ha fatto la sua comparsa sugli scaffali lo scorso 28 maggio.

Fondatore e direttore lo stesso Rodolphe Lachat che ha fondato la casa editrice Huginn & Munnin, specializzata in libri sulla cultura pop.

Il primo numero del nuovo Fantask è dedicato alla «Tentazione del male»:

I diavoli, l’inferno e i suoi demoni… Hitler, i nazisti ma anche Carlos, Bin Laden e tutti gli altri terroristi… I serial killer, da quelli veri (Charles Manson, Ted Bundy) a quelli immaginari ed “anti-eroi” (Hannibal, the Joker)… su grandi e piccoli schermi, nei fumetti o manga, nelle pagine dei bestseller, nei cosplay o nella realtà virtuale, il male è ovunque. È riduttivo dire che la cultura pop contemporanea sembra affascinata dal Male, anche nei suoi angoli più malsani e nauseanti. Per quali ragioni? A questo cercherà di rispondere questo primo numero di Fantask arruolando, per articoli e interviste esclusive, i più grandi scrittori e i migliori specialisti, e in particolare Maxime Chattam e Robert Harris, lo sceneggiatore Alan Moore, il regista David Fincher, il teologo Jean-François Colosimo, il saggista Pacôme Thiellement e molti altri.

La rivista è acquistabile esclusivamente in libreria o su amazon.

Articolo precedente

Top 20 BD: i fumetti più venduti della settimana 21/2021

Articolo successivo

Edizioni Tertium si cambia: Régis Blanchard nominato nuovo direttore