Vai al contenuto

Il premio Medicis 2022 va a Emmanuelle Bayamack-Tam

Scritto da:

Dario Morgante

Martedì 8 novembre la giuria del Prix Medicis 2022 ha premiato Emmanuelle Bayamack-Tam per La Treizième Heure (POL). Il romanzo della 56enne originaria di Marsiglia è stato pubblicato il 18 agosto. La Treizième heure è il suo diciasettesimo romanzo pubblicato da POL, un sodalizio iniziato con Rai de cœur, nel 1996.

In La Treizième heure si racconta la storia di Farah, un’adolescente figlia di Lenny, il fondatore della Chiesa della Tredicesima Ora, che la cresce da sola. In questa comunità millenaria femminista, queer e animalista, i membri, spesso fragili e angosciati dallo stato del mondo, recitano Nerval e Rimbaud, celebrano messe poetiche e organizzano laboratori di pulizia psichica.

In Italia l’autrice è pressocchè inedita. Nel 2010 le edizioni Barbès hanno pubblicato Imene.

Il premio Medicis per i romanzi stranieri è stato assegnato ad Andreï Kourkov per Les abeilles grises, tradotto dal russo (Ucraina) da Paul Lequesne (Liana Levi).

Infine il premio Medicis per la saggistica è andato a Georges Didi-Uberman per Le Témoin jusqu’au bout (Minuit).

Articolo precedente

Tirature di novembre: i libri che invaderanno le librerie francesi

Articolo successivo

Claudie Hunzinger si aggiudica il Prix Femina 2022