Vai al contenuto

Claudie Hunzinger si aggiudica il Prix Femina 2022

Claudie Hunzinger, 82 anni, ha ricevuto il Prix Femina 2022 per Un chien à ma table, pubblicato da Grasset il 24 agosto, che è risultato il romanzo più selezionato dei principali premi autunnali di quest’anno. Per il Femina ha vinto al primo turno di votazione con sei voti contro i tre per Grégoire Bouiller con Le cœur ne cède pas pubblicato da Flammarion.

Questo è il secondo Grand Prix per la donna di lettere, onorata nel 2019 dal Prix Décembre per Les grands cerfs (Grasset). Un chien à ma table è il dodicesimo romanzo di Hunziger, il cui esordio è avvenuto da Stock nel 1973 con Bambois, la vie verte.

L’autrice è inedita in Italia.

Nella categoria narrativa straniera, la canadese Rachel Cusk ha vinto per il suo romanzo La dépendance, pubblicato in Francia da Gallimard e tradotto dall’inglese da Blandine Longre.

Nella categoria saggi, Tombeaux: autobiographie de ma famille di Annette Wieviorka, pubblicato da Seuil, ha conquistato la giuria quest’anno. Di origine ebraica, l’autrice 74enne racconta la storia spesso tragica dei suoi antenati, sia da parte di madre che di padre.

Un premio speciale è stato assegnato anche all’autore polacco-francese Krzysztof Pomian per il suo lavoro complessivo, per l’opera in tre volumi Le Musée, une histoire mondiale (Gallimard).

Articolo precedente

Il premio Medicis 2022 va a Emmanuelle Bayamack-Tam

Articolo successivo

L'esordiente Philibert Humm si aggiudica il Prix Interallié 2022